EsamePerito.it

Home » Senza categoria » Come iscriversi al Ruolo dei Periti Assicurativi

Come iscriversi al Ruolo dei Periti Assicurativi

ConsapDesideriamo fare i nostri migliori auguri a tutti coloro che hanno superato l’esame.

Di seguito vi riepiloghiamo la modalità di iscrizione al Ruolo.

Va presentata a Consap apposita domanda di iscrizione in bollo da € 16 che trovate cliccando qui.

Nella domanda va attestato di avere provveduto al versamento della tassa di concessione governativa di € 168,00. La tassa di concessione governativa di € 168,00 deve essere pagata mediante bollettino di conto corrente postale n. 8003, intestato a “Agenzia delle Entrate – Centro Operativo di Pescara – Tassa concessioni governative” causale “Tassa iscrizione nel Ruolo dei periti assicurativi”.


97 commenti

  1. marco ha detto:

    GRAZIE ALLA REDAZIONE E ALLE PERSONE CHE GESTISCONO QUESTO SITO

    SIETE STATI PENSO PER TUTTI UN PUNTO DI RIFERIMENTO E UNA GUIDA IN QUESTO

    ANNO.

  2. La Redazione ha detto:

    Grazie a Lei. Continueremo a lavorare a nuove iniziative per tutti coloro che vogliono preparare questo esame, ma anche per tutti coloro che vogliono diventare dei professionisti in questo lavoro.

  3. Nicola ha detto:

    la Redazione ha già avuto i miei continui ringraziamenti per l’ospitalità e che rinnovo tutt’ora.
    In questi mesi ho fatto l’attivista a tempo pieno su questo sito, sperando di aver contribuito ad aiutare molti, così come il sottoscritto ha assorbito i vostri.
    Grazie

  4. La Redazione ha detto:

    Grazie Nicola per il Suo prezioso contributo. Speriamo di non perderLa dopo la sua idoneità. La vostra esperienza è fondamentale per chi si accosta a questa professione. Per questo nasce il blog e per questo lo abbiamo aperto ai commenti dei partecipanti. Ogni consiglio su come arrichirlo ulteriormente o migliorarlo è inoltre il benvenuto.

  5. valerio ha detto:

    Ragazzi promossooooo 🙂 🙂 😉
    Volevo chedere alla gentile REDAZIONE che ringrazio anch’io
    Che consiglio dareste a un giovane che ha preso l’abilitazione per inserirsi nel mondo del lavoro come perito.. da dove iniziare a cercare chiedere o fare…
    Perche e come prendere la “patente” potere guidare ma non avere la macchina..
    Chiedo anche a NICOLA e a tutti di partecipare a questo mio quesito

    • Luca ha detto:

      Già… bella domanda! Mi pongo anche io lo stesso problema
      Anche perchè avere un ‘ abilitazione professionale è già un buon punto
      di partenza, ma poi bisogna anche trovare il lavoro!

  6. Fabiola ha detto:

    Giustissima domanda Valerio!Vorrei complimentarmi con tutti quelli che hanno superato l’esame e fare un grande in bocca al lupo a chi invece ci riproverà l’anno prossimo… Questo portale mi è stato tanto utile e continuerò a seguirlo sperando di trovare consigli anche per il
    post-esame… Grazie a tutti!

  7. Emanuele ha detto:

    Grazie ragazzi, siete stati di grande aiuto.
    Notizie, consigli e aiuti utilissimi.
    Complimenti davvero da chi ieri sera con il vostro post ha saputo che erano presenti i risultati dopo mesi di agonia.
    PS IDONEO, complimenti a voi (a me:P ), a chi è passato e in bocca al lupo a chi ci riproverà il prossimo anno.
    Ciao Emanuele

  8. Nicola ha detto:

    Compatibilemnte con gli impegni lavorativi, cercherò sempre di essere presente e rispondere quando posso e sono per certo, non mi piace rispondere per sentito dire o fare un copia e incolla da siti e altro. Meglio non rispondere se non si è sicuri o incerti, altrimenti si rischia solo di fare confusione. Quello che scrivo e dico è perchè lo so o per vissuto o per studio o per esperienza professionale e personale.

    Per Fabiola,Valerio, Luca e altri che vogliono sapere “adesso” come fare per lavorare, posso dirvi che questa è una “domanda da non fare” ! Ragazzi mi spiego meglio, anche perchè già risposi, sempre su questo blog, a questa domanda.
    Il perito e una libera professione (non siete un dipendente delle compagnie…)e come tale va curata da voi, siete gli imprenditori di voi stessi, dovete fare le vostre valutazione, farvi un “business plan”,puntare dove investire, se aprire uno studio ed iniziare a fare l’attivo oppure il passivo, sono domande che solo voi, pian, piano troverete le risposte.
    Non fate l’errore di prendere l’esperienze degli altri e farle vostre.
    Il mio è un consiglio perchè mi sono affezzionato a voi ^_^
    Molti “luminari” di turno, diranno ma fai questo o quello facendovi buttare allo sbaraglio, ovviamente prendete con le pinze anche chi tenta di scoraggiarvi.
    Questo perchè non vi dirà mai la sua vera storia.
    Valutate bene ogni vostro passo, fatevi delle domande, se vi ritenete all’altezza di fare certe scelte e certi passi. Ad esmepio, Tagliare il cordone ombellicale con lo studio che vi ha accudito fino adesso, potrebbe essere una scelta da presuntuosi, invece prendere in considerazione di collabborare con un punto a vs favore (il Ruolo) è ben diverso.
    Le cose verranno pian, piano, non andate di fretta…
    Vi abbraccio

  9. Francis ha detto:

    Ciao a tutti ragazzi!!! Complimentoni a voi!! Sono molto felice perchè sono IDONEO!!!!! Dopo il 69,85 dell’anno scorso è stata una liberazione!!! Ora avrei una domanda: sulla mia scheda candidato compare il comune di nascita però è sbagliato, cosa devo fare??

    P.S. mi scuso per essere sparito un po’, ma dopo l’esame ho voluto staccare con tutto!!!!!!!

    Per la Redazione: scusate se ho ripubblicato il commento anche qui, ma mi sa prima ho sbagliato sezione!!

  10. marco ha detto:

    A PROPOSITO DI QUELLO CHE DICE VALERIO E POI NICOLA MA PER DIVENTARE FIDUCIARIO DELLE COMPAGNIE SECONDO VOI CHE MOSSA EFFICACE SI POTREBBE INTRAPRENDERE; CHE NE SO INVIARE CURRICULUM O CHIAMARE O COS’ALTRO??

  11. Raimondo ha detto:

    Ragazzi anche io idoneo!!! 😀 Ringrazio tanto la redazione ovviamente per averci concesso lo spazio, ma un ringraziamento particolare lo devo a Nicola con cui ho scambiato una serie di informazioni relative alla redazione della perizia che per quanto mi riguarda sono state di fondamentale importanza per superare la prova. Chi é abituato a fare perizie nell’attività quotidiana ha bisogno di precise indicazioni su come redigere una perizia “artigianalmente” e su cosa vuole da una perizia la commissione; fare la perizia all’esame non ha niente a che vedere con l’attività quotidiana… Insomma se non fosse stato per le indicazioni dettatemi dall’amico Nicola sicuramente non avrei superato l’esame; spero di potermi confrontate e anche in futuro con lui, anche se negli ultimi tempi dopo l’esame non sono potuto esser più presente qui sul Blog, dunque ho perso i contatti per i troppi impegni… Ma cmq per essere il primo tentativo e considerando che ho studiato solo nelle ultime due settimane mi posso ritenere decisamente soddisfatto… Buona serata a tutti

  12. Nicola ha detto:

    Ciao Raimondo che piacere leggerti e sapere che sei IDONEO. E’ vero, sei un pò sparito, ma leggere che sei tra gli IDONEI non sai che piacere mi ha fatto. La tua mail mi riempie di gioia e mi gratifica tanto, conferma che ho messo a disposizione la mia esprienza spiegandovi ogni dettaglio affinchè non vi trovaste in difficoltà, proprio per le cose che adesso hai compreso anche tu, ossia che la perizia della prova di idonietà nulla ha a che vedere con l’attività quotidiana.
    Una volta, se non erro, lasciai la mia mail per velocità, specie nelle ultime settimane.
    Non sparire e di nuovo congratulazioni. ^_^
    Nicola C.

    • Raimondo ha detto:

      Ciao Nicola.
      In realtà devo ringraziare anche altri utenti , paolo, Francis, Luca, e forse qualche altro ancora… Confrontarsi è sempre il miglior metodo di studio e di apprendimento…

      Certo innegabilmente devo ringraziare in particolar modo te Nicola, che comuque sei stato la parte più produttiva qui sul blog in questa sessione, a prova di ciò ci sono ancora i post che restano a disposizione anche ai prossimi concorrenti…bene o male i dubbi son sempre gli stessi….

      Ma senti Nicola, hai twitter??? eventualmente mi trovi a @Raymerl
      Magari ci scambiamo le mail…

  13. Emanuele ha detto:

    Ciao a tutti, una domanda (scusate la mia ignoranza) Ma entro quanto tempo devo fare il versamento e pagare la tassa?? per l’iscrizione ho un anno a partire da quando??
    Scusate ancora, ho provato a leggere qualcosa ma sono rimasto con i miei dubbi.Grazie

    E

  14. Nicola ha detto:

    Ciao Emanuele, non so tu dove abbia letto queste cose per avere tali dubbi.
    Se hai superato la Prova di Idonietà, nessuno ti obbliga a iscriverti entro una determinata data. Questa prova resta sempre valida, salvo che sia intervennuta la “Radiazione” per gravi motivi…la normativa è chiara a riguardo. Puoi anche richiedere la Cancellazzione e poi entro “X” anni richiedere la reiscrizione, ovviamente restando sempre valida la prova di idonietà, ma pagando ogni volta la T.d.C.G.
    La Tassa di Concessione Governativa (da non confondere con il Contributo Annuale di Vigilanza) va pagato entro un anno dalla richiesta di iscrizione al Ruolo. Purtroppo quì vi è un antinomia. Siccome nella domanda devi dichiarare, oltre ad altre cose, che hai provveduto a pagare la T.d.C.G. meglio evitare incompatibilità e provvedere e pagarla subito. Però se vogliamo seguire la norma giuridica, questa tassa non ha un obbligo immediato, anche se necessaria, ma va pagata entro l’anno fiscale, tanto è vero che è l’Agenzia delle Entrate. L’importante è non dimenticarsi di pagarla. Ripeto, onde evitare, vi conviene che la paghiate subito, oppure fate domanda di Iscrizione a Ruolo tra qualche mese o quando avete la disponibilità economica, per intenderci ^_^
    Ok?
    Ciao

    • Emanuele ha detto:

      Niocla, come sempre perfetto e tempestivo, avevo letto male io alcune cose adesso è tutto chiaro grazie.
      Saluti

      E

  15. Xander ha detto:

    Buon sabato a tutti!

    Parto con un sondaggio / dubbio, sperando di raccogliere un pò di pareri.
    Molto presto mi dovrò dotare di un software per la redazione delle perizie, per la gestione di incarichi delle compagnie assicurative.
    Vi chiedo quindi consigli sulla scelta del prodotto (specie dopo esperienza ed utilizzo diretto dello stesso) considerando questi aspetti:
    – ampiezza del database ricambi (specie per i motoveicoli / veicoli storici / veicoli commerciali) e relativa frequenza di aggiornamenti;
    – prezzo di acquisto licenza e rinnovo annuale;
    – fruibilità del software anche su dispositivi portatili.

    Grazie anticipatamente a tutti!
    A presto

    • Alan__Keenan ha detto:

      Ciao Xander

      Nella mia zona (piemonte orientale) i software più utilizzati, bene o male sono sempre gli stessi:

      – AMG Software
      – Perauto informatica
      – Wincar system data
      – Phas srl

      Io ho la fortuna di continuare il lavoro di mio padre e lui dall’inizio degli anni 90 ha sempre utilizzato perauto che è un buon software ma ha il suo prezzo.
      Facendo dei preventivi tempo fa mi ricordo questo ordine (dal più caro a scendere): WinCar, Perauto, AMG.
      Ultimamente sta prendendo piede (tra i carrozzieri) un nuovo programma della Phas srl per via dei costi più bassi.
      Non saprei dire quale sia il megliore dei 4 però per sentito dire il Wincar aveva un banca dati più dettagliata e precisa.
      In questi mesi ha preso piede anche un nuovo tempario di nome Ba.da http://www.tempariobada.it/ che da quello che ho capito viene utilizzato sia da wincar che da perauto. Personalmente preferivo quello vecchio perchè questo nuovo è vero che ha tanti veicoli ma allo stato attuale è incompleto.
      Quindi in fin dei conti se la banca dati è sempre la stessa (BA.DA) per ogni software, quello che cambia è solo l’interfaccia del programma, qualche funzione e il layout. Come usare Microsoft o Apple .. alla fine fanno le stesse cose ma ti muovi in modo diverso.

      Per quanto riguarda il discorso dispositivi mobili per win car esiste un app per sistemi operativi iOS apple molto comoda perchè puoi scattare direttamente le foto ed elaborare la perizia (danni non troppo complicati). Una volta in ufficio puoi trasferire tutto in automatico via wi-fi al tuo computer princiapale. Un buo risparmio di tempo
      Anche perauto dovrebbe avere questa funzione. Gli altri non so.

      Ti consiglio di fare un po di preventivi.
      Spero di esserti stato un po di aiuto.

  16. valerio ha detto:

    Xander io ho usato wincar e primopasso perauto entrambi molto buoni..
    Gia avresti incarichi da compagnie???
    Una domanda la vorrei porre io:
    Per l’iscrizione a ruolo e’ necessario partita iva? O posso aprirla successivamente?

    Nel allegato 2 nella voce sede operativa posso mettere anche quella di residenza?

  17. Xander ha detto:

    Ciao Valerio, grazie per la risposta!
    A gennaio si realizzerà uno studio associato con il titolare dell’ufficio per il quale collaboro già da anni. E quindi in vista del riassetto interno, sto iniziando a pensare già ad attrezzature e tutto il resto necessario. Attualmente in ufficio si è sempre utilizzato Triatel Perauto: prodotto valido, ma davvero molto caro! Quindi sto valutando ogni alternativa possibile.

    Per quanto riguarda la tua domanda, ti dico che per l’iscrizione al ruolo (così come a qualsiasi albo professionale, p.es. geometra, ingegnere, architetto, ecc…) non è obbligatorio possedere la partita IVA.
    Ma nel momento in cui ti viene commissionato un incarico (da privato o compagnia) ovviamente hai bisogno della partita IVA per poter fatturare il lavoro.
    Se la legge non è cambiata, ricordo che in virtù della prestazione professionale occasionale (http://fiscomania.com/2013/09/15/le-prestazioni-di-lavoro-autonomo-occasionale/) ti è possibile muovere i primi passi nel mondo della libera professione, senza bisogno di partita IVA………ma se le cose ingranano bene (come ti auguro!), allora la partita IVA ti sarà essenziale.

    Per la sede operativa va benissimo il tuo indirizzo di residenza (se non ne hai uno differente).

  18. Nicola ha detto:

    Finalmente un utente che “mi facilita” un pò le risposte… ^_^
    Concordo con quanto detto da Xander sulla questione p.iva. Come vedete, si trova con quanto scrissi, pochi giorni fa, ognuno si organizza come può e soprattutto non “tagliare” il cordone ombellicale con chi abbiamo collabborato fino adesso, sarebbe un gesto un pò troppo azzardato, ognuno farà la prorpia esperienza e valuterà il percorso che è meglio per lui.

    Il programma.

    Ho usato per qualche periodo il “GESIpro”, costi di gestione un pò alti, anche se è un buon programma, pecca molto di database di moto, ma questo unn pò tutti, alcuni non hanno nemmeno molte auto (non voglio fare nomi…)
    Da un paio di anni uso il CWS Acta (dove ho uno sconto particolare n quanto faccio parte di un collegio di periti che ha la convenzione con questa ditta) e lo trovo molto completo e veloce. La teleassistenza funziona alla grande e sono disponibilissimi…
    Ciao ^_^

  19. Raimondo ha detto:

    Noi in studio abbiamo usato sempre e solo triatel di perauto, dunque oltre alle considerazioni già fatte per questo software, per altri non saprei che dire…

    Nicola : ti avevo scritto un messaggio forse non l’hai letto te lo incollo qui :

    “Ciao Nicola.In realtà devo ringraziare anche altri utenti , paolo, Francis, Luca, e forse qualche altro ancora… Confrontarsi è sempre il miglior metodo di studio e di apprendimento…Certo innegabilmente devo ringraziare in particolar modo te Nicola, che comuque sei stato la parte più produttiva qui sul blog in questa sessione, a prova di ciò ci sono ancora i post che restano a disposizione anche ai prossimi concorrenti…bene o male i dubbi son sempre gli stessi….Ma senti Nicola, hai twitter??? eventualmente mi trovi a @RaymerlMagari ci scambiamo le mail…”

  20. Raimondo ha detto:

    X Xander : in merito alla prestazione occasionale, in collegio mi hanno detto che con la Legge Fornero, la libera professione diventa incompatibile con la prestazione occasionale…
    Tempo fa il mio datore di lavoro mi ha nominato ausiliario del CTU(visto che il giudice gliene ha dato la possibilità) in un procedimento penale come Perito Industriale… Con l’intento di farmi pagare direttamente dal procedimento ed emettere fattura con prestazioni occasionale… Non é più compatibile! :-

  21. valerio ha detto:

    Ragazzi grazie per i chiarimenti.. buon fine settimana a tutti

  22. Nicola ha detto:

    Ciao Raimondo, ammetto che non avevo letto il tuo invito, purtroppo (o per fortuna) non uso fb,twitter, o altro…sono all’antica… ‘_^ cmq eusta è la mia mail : nm5695@yahoo.it

    Devo smentirvi un pò sulle prestazioni occasionali.
    Innanzitutto nessuno può obbligarvi ad aprire la p.iva, specie se state iniziando da poco…
    E’ stato affrontato anche questo discorso, sempre quì…ragazzi faccio un piccolo copia e incolla per far prima.

    Lavorare in collaborazione occasionale con ritenuta d’acconto conviene solo quando:
    • Si ha una sola e breve collaborazione con un soggetto
    • La natura della collaborazione è davvero estemporanea
    • Non si prevede di poter ottenere altre collaborazioni nel medio termine con lo stesso committente o con altri committenti dello stesso settore

    Se invece si ritiene di:
    • avere una professionalità in uno specifico settore ed essere competenti per svolgere uno specifico lavoro
    • avere possibilità di presentarsi a più aziende per svolgere quel lavoro per cui si è competenti

    almeno chè non trovare un “posto fisso”, allora conviene davvero valutare di aprire una partita iva:

    • sembrerete più “professionali” quando vi proponete in un annuncio in cui ricercano un collaboratore per svolgere un lavoro occasionale
    • potrete proporvi attivamente ad aziende come un professionista
    • vi metterete in tasca subito tutto il compenso lordo e dedurrete le spese per ridurre le tasse da pagare successivamente
    • non avrete il limite di 5.000€/anno per committente che potrebbe essere un freno alle vostre possibilità di ottenere un reddito maggiore e magari di crescere (anche nelle compagnie fino ad essere assunti in altre forme…)

    • inizierete a versare dei contributi previdenziali, in percentuale al reddito.

    Spero sia tutto chiaro.

    Ciao e buona domenica, corro a vedere la F1 ^_^

  23. davide ha detto:

    ciao a tutti! ho bisogno di un aiuto..ho partecipato anch’io alle selezione per perito assicurativo ma accedendo alla mia area riservata non mi esce alcunchè in merito ai risultati. come devo fare per sapere se sono stato promosso o meno?
    grazie a chiunque mi dia una mano ed auguri a chi già sa di averlo superato!!

  24. Nicola ha detto:

    Davide, accedi alla tua area personale inserendo la mail e password, te ne accorgi che stai dentro (e non hai fatto errori) perchè in alto a destra si vede la tua mail in blu.

    Sposta lo sguardo in alto a sinistra della schermata ci sono tre caselle così disposte:

    HOME CONSULTA RUOLO PROVE DI IDONIETA’

    Ovviamente clicca su PROVE DI IDONIETA’ si apre la pagina e clicca sulla sessione 2012 ed in bocca al lupo ^_^

    ok?

    Ciao

  25. Xander ha detto:

    Approvo e sottoscrivo in toto quanto scritto da Nicola, circa la questione della Partita IVA.

    Per esperienza personale diretta, quando ho intrapreso la libera professione da Geometra, inizialmente non ho aperto Partita IVA, sia perché era il termine dell’anno solare e sia perché avevo necessità di valutare quale sarebbe stato il mio futuro lavorativo: ho intrapreso quindi una breve collaborazione professionale con uno studio tecnico, e per essere retribuito ho fatto ricorso alla collaborazione professionale occasionale. Successivamente poi ho aperto partita IVA.

    In questo caso, il mio consiglio spassionato per tutti voi che iniziate oggi questo percorso (nel mio caso invece si tratta di un ampliamento della mio ambito professionale) è quello di potervi avvalere di questa possibilità….
    …se poi invece avete la fortuna di trovare immediatamente l’affidamento di incarichi professionali da compagnie assicurative, allora aprite pure la partita IVA.

    P.S.: in ogni caso, avvaletevi anche di un consiglio da parte di un consulente (ragioniere, commercialista, ecc…), per entrambe le eventualità. Nel caso poi di apertura di una nuova partita IVA è importante sapere quale regime fiscale è più consono alla vostra attività / prospettiva professionale.

  26. valerio ha detto:

    Ragazzi dall’invio dell’allegato di iscrizione quanto tempo passa all’iscrizione vera e propria?? Visti i tempi comodi che usano prendere mi sorge questa curiosita’

  27. Nicola ha detto:

    Valerio, siccome non è specificato, possiamo attenerci ad un discorso in generale, ossia che la richeista deve essere evasa entro 30/60 gg dalla ricezione della raccomandata. Vale un pò il discorso generale della nostra burocrazia.
    Se poi qualcuno ha info più precise che ben vengano.

  28. marco ha detto:

    chiediamo alla gentile REDAZIONE o chi gli anni passati ha fatto iscrizione se possono darci i tempi d’attesa, importante saperli per organizzarsi nelle prossime settimane

  29. La Redazione ha detto:

    La CONSAP dovrà adempiere alle iscrizioni al Ruolo entro 90 gg. dalla presentazione delle domande.

  30. Nicola ha detto:

    Grazie alla REDAZIONE per l’informazione. Partendo da un discorso genereico avevo optato per 30/60 gg escudendo l’altro termine di 90 gg. Quidi man, mano entro questi giorni si è iscritti ed arriverà anche una comunicazione all’indirizzo specificato nella domanda.

    Piuttosto io aprirerei una nuova discussione, visto che molti lo chiedono, ossia il “Tesserino di Appartenenza”. Viene rilasciato?
    E’ l’unico albo/ruolo professionale che non rilascia assolutamente nulla.
    Il tribunale lo fa,la camera di commercio addirittura plastificato come la nuova patente e scadenza quinquennale, ogni tipo di collegio professionale, così anche altri albi.
    Non si capisce perchè un Ruolo Nazionale non rilascia nulla e si deve andare sul portale internete per vedere.
    L’identificazione è importante ed obbligatorio per legge.
    Spesso le compagnie fotocopiano il tesserino prima di riceverti, ma non dimentichiamo che è obbligatorio anche identificarsi quando si va al domicilio del danneggiato.
    Ora non so se molti periti non l’hanno fatto o richiesto, ma questi confermano che non viene rilasciato assolutamente nulla, se non una documentazione cartacea che ti arriva a casa che devi pagare il “Contributo di Vigilanza” con tanto di bollettino, ma nulla più…

  31. sdm8 ha detto:

    Salve a tutti, leggere i vostri commenti mi fa morire d’invidia, io aspetto il nuovo esame l’anno prossimo per l’iscrizione all’albo del Ruolo PERITI ASSICURATIVI ..ho iniziato il tirocinio gia più di un’anno fa, volevo sapere voi come avete svolto il tirocinio?? cosa facevate? come vi siete preparati per la seconda prova?? PER FAVORE DITEMI LE VOSTRE ESPERIENZE, cerco SUGGERIMENTI, CONSIGLI ECC..GRAZIE IN ANTICIPO A TUTTI E COMPLIMENTI !!

  32. marco ha detto:

    un consiglio che posso darti inizia a studiare io ad esempio ho utilizzato il manuale egaf aquistabile online, per la seconda prova invece esrcitatti a fare perizie manuali senza l’utilizzo dei programmi ormai utilizzati da tutti.
    per quando riguarda il tempo 90gg quindi se ne parlerà a inizio anno 2014 per essere iscritti.
    chiedo invece ma un perito assicurativo ha bisogno di un timbro particolare perchè so che alcuni albi lo rilasciano adirittura loro

  33. La Redazione ha detto:

    E’ molto difficile trovare il manuale tecnico EGAF in libreria.
    E’ possibile trovarlo online qui: http://www.amazon.it/gp/offer-listing/8884823838/ref=dp_olp_new?ie=UTF8&condition=new

    Suggeriamo anche il manuale della Simone che è più aggiornato per lo studio della parte assicurativa, in particolare dell’RC Auto (ma meno tecnico del precedente):
    http://www.amazon.it/gp/product/8824457436/ref=as_li_qf_sp_asin_tl?ie=UTF8&tag=wwwesameruiit-21&linkCode=as2&camp=3370&creative=23322&creativeASIN=8824457436

  34. gianfranco ha detto:

    Ciao a tutti anch’io idoneo,leggevo sul sito della consap :La tassa di concessione governativa di € 168,00 deve essere pagata mediante bollettino di conto corrente postale n. 8003, intestato a “Agenzia delle Entrate – Centro Operativo di Pescara – Tassa concessioni governative” causale “Tassa iscrizione nel Ruolo dei periti assicurativi”.
    Io ho gia spedito la richiesta di iscrizione nei prossimi giorni andro’ a versare la tassa di concessione governativa visto che ho dichiarato nella richiesta di averla gia pagata,quindi nel bollettino oltre ai nostri dati e la casuale come viene chiesto non mettiamo nessun altro dato di riferimento giusto? Chiedo per evitare di omettere qualche dato.
    Mentre il Contributo Annuale di Vigilanza quando lo si deve pagare?
    grazie

  35. marco ha detto:

    IL CONTRIBUTO COME A DETTO NICOLA LO PAGHERAI QUANTO TE LO INVIANO A CASA INSIEME A UNA LETTERA DI ISCRIZIONE EFFETUATA

  36. gianfranco ha detto:

    ok,per il contributo di vigilanza aspetto che me lo mandino,quindi per ora devo solo fare il versamento della tassa di concessione governativa di € 168,00 e procedere con il bollettino come ho scritto sopra giusto? chiedevo questo per essere sicuri se nella casuale avrei dovuto mettere altri dati oltre alla dicitura “Tassa iscrizione nel Ruolo dei periti assicurativi”.
    volevo appunto procedere con il pagamento dato che ho gia spedito la richiesta di iscrizione
    ciao

  37. marco ha detto:

    SI ESATTO GIANFRANCO

  38. valerio ha detto:

    Signori non so se state seguendo la vicenda in corso per riformare il comparto rca,
    Si profila a mio parere la scomparsa della figura del PERITO ASS.
    Discutono di risarcimenti in forma specifica e di carrozzerie solo convenzionate quindi il perito avrebbe un ruolo ancora piu marginale di quelo che ha oggi sia che collabori con le compagnie sia da patrocinatori, si rischia di vedere azzerato il lavoro per i periti.
    Ho visitato numerosi blog di associazioni o sindacati dei periti e nessuno discutte di una questione per me essenziale per la categoria quela di spingere per far in modo che chi subisce un incidente possa scegliere autonomamente da chi farsi periziare la macchina senza che venga mandato dalle compagnie.
    Si avrebbero numerosi benefici per tutti, tempi di liquidazioni rapidi in quanto il danneggiato puo subito farsi periziare il danno, maggiore fiducia del dannegiato nei confronti del perito in quantobnon lo vedrebbe piu come un dipendente che fa gli interessi del assicuratore, indipendenza del perito che eserciterebbe come prescrive la legge in totale terzieta’, compensi professionale adeguati

    Curioso di sapere cosa ne pensate SALUVI

  39. valerio ha detto:

    Scusate per qualche errore ortografico ma digito da smartphone 😉

  40. Nicola ha detto:

    Ciao Valerio,
    quando scrivi una cosa, cerca di inserire anche qualche link dove tu abbia letto questa notizia.
    Che ci sia in atto una riforma RCA si sa. Però andiamo a gradi…

    Senza aggiungere polemica, oramai le lobby assicurative/bancarie, stanno al potere (al Governo) e fanno ciò che è giusto per loro…Vedi il min. Saccomanni (“ex presidente” IVASS, scusate il virgolettato, ma non sono certo che sia un ex…)vedi la Cancellieri ed altri…(l’elenco è lunghissimo)così anche settore dei giochi, stanno tutti lì…

    Però sinceramente non so tu dove abbia carpito questa notizia. Nella proprosta di legge (al momento proposta) si parla di “Privatizzazione del rilievo degli incidenti stradali”. Il che, detto in poche parole, vuole demandare l’incarico, in caso di sinistri non gravi, a società private o figure porfessionali privati e non alle Forze dell’Ordine, come invece oggi si fa e come il codice prevede.
    Ciò che alcune associazioni propongono è che in primis, tale rilievo deve essere affidato al Perito previsto dalla legge che abbia svolto i due anni di tirocinio e l’esame di idonietà e iscrizione al ruolo ecc,ecc…
    Se faranno ciò (come presumo), si pospetta una ulteriore opportunità e non un “ruolo marginale”. Che poi ci sono state e ci saranno sempre le “lotte” tra “professioni regolarizzate” e non, questo è un altro discorso…
    Caro Valerio, l’Italia sta diventando un paese molto confusionario…il paese dove ognuno fa ciò che vuole…

    Ciò che invece si può essere preoccupati è perchè il Ruolo è tenuto dalla Consap e non più dall’IVASS che si è tenuto quello degli intermediari assicurativi, tu fai lo stesso esame, stessi sacrifici, ma il tuo Albo/Ruolo lo gestisce una società per azioni.
    Inoltre l’Italia è piena di “falsi periti” che sventolano la sanatoria della legge 166/92, ma allora perchè non stanno iscritti al Ruolo? Ti rispondono che non se ne fregano perchè loro fanno “l’attivo”, ma con quella carta (chi l’ha controllata, chi l’ha certificata…e vera? ) fanno ciò che vogliono…almeno dalle mie parti.

    La tua preoccupazione, almeno che non ci incolli qualche link e al momento, sembra essere vana.
    Ciao ^_^

  41. Nicola ha detto:

    Buongiorno a tutti.
    Se qualcuno ha già avuto notizie inerenti l’iscrizione al RNPA, lo faccia sapere… ^_^

  42. Tammaro ha detto:

    Salve a tutti ….. Vorrei chiedere a voi colleghi qual`e l iter da ibtraprendere per diventare fiduciario di compagnia, a chi rivolgersi e chi contattare…. Grazie in anticipo

  43. valerio ha detto:

    Dacquanto ne so e’ molto difficile entrare nel circuito delle compagnie il metodo piu efficace e quelo di essere segnalato da un altro perito gia bene inserito

  44. valerio ha detto:

    Scusate per gli errori ortografici

  45. Xander ha detto:

    Buongiorno a tutti!

    Anzitutto ringrazio i diversi amici del forum (in particolare Alan__Keenan) che hanno avuto la cortesia di rispondere la mio quesito sui software.

    Secondariamente vi informo che è possibile verificare lo stato della domanda d’iscrizione al Ruolo, direttamente dal sito Consap (http://ruoloperiti.consap.it/web/M/Ricerca): digitate il vostro cognome e verificate se risultate già presenti.
    Io risulto iscritto da ieri; avevo inviato la raccomandata praticamente il giorno successivo a quello in cui erano stati pubblicati i risultati (quindi meno di 20 giorni).
    Ovviamente devo ancora ricevere la comunicazione ufficiale da Consap, ma credo che già la prossima settimana è possibile che l’ente invierà al domicilio la corrispondenza di buon esito dell’iscrizione.

  46. Nicola ha detto:

    Buongiorno a tutti.
    Due giorni fa ho scritto che se qualcuno avesse avuto notizie dalla CONSAP, saremmo stati felici di saperlo.
    Ebbene, ve la do io.
    In questi giorni sono andato a controllare se mi avevano iscritto al R.N.P.A. ma purtroppo ancora niente. Tra l’altro non mi è ancora arrivata la ricevuta di ritorno.
    Fino ad ieri sera 07/11/2013 alle ore 16 circa ancora niente. Lo ricordo benissimo perchè poi sono uscito per un appuntamento alle 16:30 spegnendo il PC.
    Quasi come un “automa”, clicco sull’applicazione “CONSULTA RUOLO” e con gran sorpresa, leggo il mio nome e numero ruolo sul sito della CONSAP proprio di ieri 07-11-2013.

    Vi invito quindi ad andare a controllare sull’applicazione.
    Buona giornata.

  47. Denis ha detto:

    Ciao a tutti e complimenti a quelli che hanno passato l’esame come il sottoscritto. Avrei un quesito da porvi, come si fa ad avere il timbro? te lo manda consap? O bisogna farselo fare ? È da chi ? Grazie mille per l’aiuto

  48. Nicola ha detto:

    Denis, molto divertente la tua richiesta… ^_^
    A stento ti inviano una comunicazione, figuriamoci se ti passano il timbro.
    Il timbro è una cosa personale, se sei bravino, ti prepari un layout del timbro su un normale foglio word, ci metti il tuo nominativo ecc, se invece vuoi un circolare semplice con solo il numero del ruolo è ancora più semplice, ad ogni modo, vai da una litografia della tua zona e lro ti diranno.

    Per non parlare del tesserino, è l’unico Albo/Ruolo che non da i tesserini ai suoi iscritti. Cosa davvero anomala, a mio avviso.
    Ciao

    • denis ha detto:

      grazie per la risposta era per informarmi perché giusto ieri mio cugino che è geometra mi aveva detto che il suo ordine gliel’aveva procurato a fronte di 80 euro di spesa. buono a sapersi allora vedrò di farmi fare un timbro aspettando prima il numero però

  49. valerio ha detto:

    Ciao ragazzi..
    Come va?? Avete trovato lavoro, avete incarichi in vista State mandando cv e sopratutto avete aquistato programmi per l’elaborazione delle perizie…
    Io personalmente mandero la richiesta d’iscrizione a gennaio quindi per adesso sto continuando il lavoro che faccevo prima
    Saluti

  50. Raimondo ha detto:

    Ciao ragazzi, stamattina mi ha chiamato consap, hanno voluto la copia della tassa di concessione governativa, malgrado non ne era stata esplicitamente chiesta. L’ho fatta pervenire tempestivamente via fax…

    Buon lavoro a tutti voi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: