EsamePerito.it

Home » Come Diventare Perito Assicurativo

Come Diventare Perito Assicurativo

Annunci

Requisiti per l’iscrizione (Art. 158 Codice delle Assicurazioni)

  • Godimento dei diritti civili;
  • Possesso dei requisiti di onorabilità;
  • Possesso di un diploma di scuola media secondaria superiore o di laurea triennale;
  • Aver svolto il tirocinio biennale;
  • Superamento della prova d’idoneità;
  • Non essere iscritto nel registro degli intermediari di assicurazione e di riassicurazione;
  • Non essere pubblico dipendente.
  • Non esercitare, direttamente o indirettamente mediante partecipazioni di controllo in società ovvero esercizio di cariche sociali, l’attività di riparatore di veicoli o di natanti.

Tirocinio (Artt. 158, comma 1, lettera f, del Codice delle Assicuarazioni)

Lo svolgimento del tirocinio da svolgersi presso un perito abilitato, è finalizzato all’acquisizione della pratica professionale inerente l’attività peritale. Il tirocinante deve partecipare con diligenza e continuità alle attività peritali, assicurando la massima riservatezza sulle notizie acquisite nello svolgimento del tirocinio. Nella perizia, il perito abilitato dà atto della partecipazione del tirocinante all’attività peritale. Al tirocinante non è consentita la redazione autonoma di perizie, né lo svolgimento autonomo di singoli atti relativi alle perizie stesse.

  1. il perito informa CONSAP dell’inizio del tirocinio da parte del tirocinante con comunicazione conforme al modello di cui all’allegato 1, da far pervenire tramite PEC all’indirizzo consap@pec.consap.it o con raccomandata A/R indirizzata a CONSAP S.p.A. – Ruolo periti assicurativi – Via Yser 14, 00198 Roma;
  2. a conclusione del tirocinio il perito rilascia in duplice copia al tirocinante l’attestazione di compiuto tirocinio conforme al modello di cui all’allegato 2, (richiamare Reg_1_ALL-2.pdf) che lo stesso tirocinante avrà cura di inviare a Consap con le modalità sopra indicate.

Modalità di iscrizione

Va presentata a CONSAP apposita domanda di iscrizione in bollo da € 16,00 secondo lo schema di cui all’ allegato 3. Nella domanda va attestato di avere provveduto al versamento della tassa di concessione governativa di € 168,00. La tassa di concessione governativa di € 168,00 deve essere pagata mediante bollettino di conto corrente postale n. 8003, intestato a “Agenzia delle Entrate – Centro Operativo di Pescara – Tassa concessioni governative” causale “Tassa iscrizione nel Ruolo dei periti assicurativi”.

Adempimenti annuali (Art. 337 del Codice delle Assicurazioni)

Gli iscritti nel Ruolo dei periti assicurativi sono tenuti al pagamento di un contributo annuale di vigilanza, il cui importo è stabilito annualmente con Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze. Il mancato pagamento del contributo di vigilanza comporta l’avvio della procedura di riscossione coattiva delle somme dovute e l’avvio della procedura di cancellazione dal Ruolo.

Obblighi di comunicazione

I Periti iscritti al Ruolo, entro 10 giorni lavorativi dal verificarsi dell’evento, comunicano la perdita dei requisiti previsti per l’iscrizione ovvero, entro 20 giorni lavorativi dal verificarsi dell’evento, la variazione delle informazioni fornite all’ atto dell’iscrizione. In caso di variazione degli indirizzi la comunicazione va effettuata secondo lo schema dell’ allegato 6.

Cancellazione dal Ruolo (Art. 159 del Codice delle Assicuarazioni)

La cancellazione dal ruolo avviene su richiesta dell’iscritto a seguito di presentazione di apposita domanda in bollo da € 16,00, secondo lo schema di cui all’ allegato 4. CONSAP procede alla cancellazione del perito tra gli altri casi, per:

  • radiazione;
  • perdita di uno dei requisiti previsti per l’iscrizione;
  • sopravvenuta incompatibilità (iscrizione nel registro intermediari, esercizio dell’attività di riparatore di veicoli e di natanti, dipendenti pubblici con rapporto di lavoro a tempo pieno ovvero a tempo parziale quando superi la metà dell’orario lavorativo a tempo pieno);
  • mancato versamento del contributo di vigilanza.

Il perito cancellato può chiedere la reiscrizione (Art. 160, comma 4, del Codice delle Assicurazioni), presentando una apposita domanda in bollo da € 16,00 redatta secondo lo schema di cui all’ allegato 5.

I libri per la preparazione all’esame 

Potete cliccare sul titolo per acquistarli subito:

PERITI & PERIZIE – Manuale di preparazione dell’Esame CONSAP per Perito Assicurativo (con i test d’esame degli anni precedenti ed esempi di perizia)

disponibile in versione cartacea e e-book

di Salvatore Infantino e Stefano Burato

L’ESERCIZIARIO DI PERITI & PERIZIE – 1.000 quiz svolti per la prova scritta dell’esame CONSAP

disponibile in versione cartacea e e-book

di Salvatore Infantino e Stefano Burato

Perito assicurativo – Manuale per la preparazione alla prova d’idoneità per l’iscrizione al ruolo – Edizioni Simone

Perito assicurativo – Accesso alla professione – Edizioni EGAF

Annunci

124 commenti

  1. marc ha detto:

    Salve, sono un dipendente statale con contratto di pat-time verticale , a tale lavoro saltuario vorrei associare il ruolo di perito assicurativo.
    Da contratto Part-time STATALE é possibile avere tale abilitazione? grazie

    Mi piace

  2. salvatore la malfa ha detto:

    Buonasera, sono un Appuntato dei Carabinieri posso fare il Perito Assicurativo?

    Mi piace

  3. PAGANO DOMENICO ha detto:

    salve, ho visto che è uscita la data del concorso, ma non ho ricevuto ancora alcuna comunicazione via email, è normale?

    Mi piace

  4. Ciro ha detto:

    Salve sono disoccupato come fare per diventare perito assicurativo ed ho dei precedenti penali si puo fare Grazie resto in attesa

    Mi piace

  5. Andrea ha detto:

    Salve, io sono un responsabile tecnico per le revisioni auto periodiche e sono anche un volontario dei vigili del fuoco, potrei fare il perito assicurativo avendo il diploma di perito edile?
    Grazie

    Mi piace

    • La Redazione ha detto:

      Si, certamente

      Mi piace

      • marco ha detto:

        salve , io sono responsabile tecnico di un centro di revisione auto e moto di proprietà di mio padre , a breve DOVRO’ intestare io l’autofficina la quale ha tutte e 4 le qualifiche (obbligatorie) per avere l’autorizzazione ad essere centro di revisione (elettrauto,meccanico,carrozzeria,gommista). In aggiunta sono un ingegnere meccanico con piva per la liberà professione .Da qualche mese ho anche iniziato il tirocinio con comunicazione alla consap. La mia domanda è : come posso continuare ad esercitare la libera professione, diventare perito assicurativo, e nel contempo mandare avanti l’azienda di famiglia ? da quanto visto c’è un incompatibilità. Avete consigli ? C’è qualcosa che non conosco? Sia chiaro che voglio trovare una soluzione in regola con tutte le norme vigenti. ringrazio anticipatamente . saluti

        Mi piace

  6. Andrea ha detto:

    Grazie mille per la risposta molto celere.
    Lei mi può dare qualche consiglio come iniziare da chi rivolgermi?
    Grazie

    Mi piace

  7. Antonio ha detto:

    Buongiorno, il tirocinio di 2 anni e il successivo esame sono necessari anche per i periti dei soli rami elementari senza quindi perizie rc auto?
    Grazie

    Mi piace

  8. marco ha detto:

    salve, vorrei capire se il tirocionio debba essere regolamentato da contratto lavorativo e se deve essere retribuito.

    Mi piace

  9. Francesco ha detto:

    Salve, a seguito di un incidente stradale non posso più svolgere il lavoro che facevo prima e l’azienda ha deciso di mandarmi a casa. Nel seguire la mia posizione mi sono appassionato molto al mondo delle perizie e sto pensando di “reinventarsi” una nuova carriera professionale come perito (ho il diploma di perito industriale). Da dove posso iniziare e posso sperare di costruirmi una posizione soddisfacente?

    Mi piace

  10. marco ha detto:

    salve , in merito all’incompatibilità * Non esercitare, direttamente o indirettamente mediante partecipazioni di controllo in società ovvero esercizio di cariche sociali, l’attività di riparatore di veicoli o di natanti. ; per quanto riguarda l’attività di Centro di Revisione Auto e Moto ex art.80 , come viene interpretata la norma ? è possibile avere un attività del genere ed esercitare la professione di perito ?
    distinti saluti

    Mi piace

  11. Angelo ha detto:

    Buongiorno, essendo dipendente trenitalia full time vi è compatibilità con il lavoro di perito assicurativo considerando che ferrovie è una spa? Grazie.

    Mi piace

  12. Federico ha detto:

    Buonasera, avendo io attenuto l’abilitazione allo svolgimento della Libera Professione di Perito Industriale (specializzazione Edilizia/Costruzione Ambiente e Territorio) e essendo iscritto all’albo dei Periti Industriali e Periti Industriali Laureati ho l’obbligo di sostenere i due anni di tirocinio previsti, con conseguente esame, per i periti assicurativi oppure potrei fare svolgere attività di perito assicurativo già ora in questa situazione? Grazie

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: